Le news di Blid Golf Italy

29 Maggio 2020

Se per caso ti capita di essere il leader di una associazione sportiva internazionale come la nostra non può farti altro che piacere, se però ti capita di esserlo in un momento tragico come quello che stiamo vivendo, vi assicuro non è cosa facile.

Mi spiego, il 2020 è l’anno del mondiale, l’ultimo si disputò a roma nel 2018, la preparazione, l’organizzazione richiede tempo, risorse, coinvolgimento di una molteplicità di persone che, a titolo volontario, si attivano per la riuscita al top dell’evento, l’aver comunicato in data non ancora sospetta al consiglio di voler cancellare non solo il mondiale ma anche tutti gli altri tornei in calendario non è stata cosa facile, la maggior parte mi ha manifestato la sua disapprovazione, criticandomi per il mio pessimismo.

L’evoluzione della pandemia ha poi fatto ragionare i componenti del consiglio e alla fine dopo svariate riunioni in skype il buon senso ha prevalso.

Tutti i tornei previsti per il 2020, tranne quello australiano che si è giocato ai primi di marzo, sono stati rimandati al 2021, covid-19 permettendo.

4 Ottobre 2019

Un caro saluto a tutti coloro che ci seguono

Con la disputa del South African blind open, giocatosi nei pressi di Cape Town,l’ ultima  settimana di settembre, è  calato  il sipario sui tornei organizzati dalla I B G A.

I nostri colori hanno brillato dove i nostri giocatori hanno partecipato, vale a dire, Chiara Pozzi e Andrea calcaterra, Vision Cup, nei pressi diDublino vincendo 5 match su 6, contribuendo alla vittoria del team Resto del Mondo.(Giugno)

Stefano Palmieri ha vinto il British Open nei pressi di Manchester,(luglio)

 Mirko Ghiggeri è giunto secondo all’Austrian open, Insbruch,ai primi di settembre.

 Andrea Calcaterra si è piazzato secondo al Japan Blind open, disputatosi nei pressi di Tokyo, vicino al famoso vulcano Fujiama, a metà settembre.

Che dire… complimenti!!!

 avanti così…

 l’anno prossimo ci aspetta il Mondiale in Sud Africa, nei pressi di Cape Town, dal 4 all’11 di settembre.

Una prima selezione dei partecipanti verrà fatta entro la fine di Novembre, entro il 31 di Dicembre si dovrà confermare la propria squadra al comitato organizzativo che entro la fine di Gennaio, comunicherà la lista definitiva dei partecipanti.

Nella prossima newsletter sarà comunicato il calendario delle gare 2020, che molto probabilmente avrà una new entry, Spagna, nei pressi di Madrid,(Maggio)  organizzata da Alejandro De Miguel e Mark Oller, presenti entrambi l’anno scorso al Mondiale di Roma al Parco de’ Medici.

Alla prossima

a.c.

25 Luglio 2019

Stefano Palmieri ha vinto per la seconda volta il British Blind Open.

Stefano Palmieri ha aggiunto un’altra perla alla collana dei suoi successi in campo internazionale vincendo nella categoria B1 scratch l’ISPS Handa British Blind Golf Open, già suo nel 2017, disputato sul percorso del Carden Park Hotel Golf Resort, a Chester in Inghilterra. Palmieri ha concluso con 232 (119 113) colpi precedendo di quattro lo spagnolo Alejandro De Miguel (236).
“E’ stata una vittoria incredibile – ha commentato sui suoi profili social – in una gara pazzesca, Sono felice, orgoglioso e commosso per questo nuovo trionfo. Grazie a tutte le persone che hanno lavorato con me per raggiungere tale traguardo, alla mia famiglia e a quanti mi hanno sempre sostenuto”.
Palmieri, 47enne di Follonica, ha perso la vista nel 2002 a seguito di un incidente automobilistico e ha iniziato a giocare a golf nel 2013 al Golf Club Toscana preso da quella passione che solo i golfisti con disabilità riescono poi a vivere e a trasmettere e, inoltre, dimostrando con la sua presenza sui campi come il golf sia uno sport inclusivo, aggregante e veramente aperto a tutti.
Con il supporto della Blind Golf Italy ASD, di cui è socio,Palmieri si è messo rapidamente in evidenza. Tra i suoi successi il Blind Italian Open (2015), poi nel 2016 il suo primo alloro internazionale nel Japanes Blind e nel 2017 la splendida doppietta in Gran Bretagna nel British Blind e nell’Irish Blind Open.
Complimenti!!!

24 Giugno 2019

La selezione del Resto del Mondo ha vinto la ISPS Handa Vision Cup superando per 15,5 a 8,5 quella del Nord America, nella quarta edizione della sfida biennale, sul modello Ryder Cup, tra compagini di atleti non vedenti, disputata sul percorso del Portmarnock Links Golf Club. a Portmarnock in Irlanda.

Tra i dodici componenti del team vincitore hanno dato il loro ottimo contributo Andrea Calcaterra e Chiara Pozzi Giacosa, entrambi pluridecorati in campo internazionale, che hanno aggiunto un’altra perla al loro eccellente curriculum.

Il torneo, della durata di tre giorni, si è dipanato con sei match di foursome nei primi due e con dodici singoli nel terzo. Calcaterra, sempre presente nelle tre precedenti edizioni, ha portato tre punti alla causa della propria formazione vincendo entrambi i doppi in coppia con il sudafricano Garrett Slattery, capitano della selezione, superando nel primo i canadesi Joe Furber e Darcy Furber (3/2) e nel secondo ancora Darcy Furber iinsieme al connazionale Gerry Nelson (7/6). Nel singolo Calcaterra ha avuto ragione del forte americano Chad NeSmith per 3/1 e ha fatto tripletta anche Slattery battendo lo statunitense Ty Thompson (5/4).

Chiara Pozzi Giacosa e l’inglese John Eakin hanno ceduto nel primo turno contro Jeremy Poincenoit (USA)/Darren Douma (Can) per 4/3 poi hanno conquistato il punto (2 up) contro Chad NeSmith e la statunitense Linda Port (USA), capitana del team nordamericano. Nel singolo Chiara Pozzi Giacosa non ha concesso chances allo statunitense Mario Tobia (4/3).
Il successo del Resto del Mondo è maturato sin dalla prima giornata con un parziale di 4 a 2, poi divenuto un vantaggio di 7,5 a 4,5 nella seconda. Indiscussa la superiorità nei singoli con un parziale di 8 a 4, che ha fissato un punteggio finale piuttosto eloquente sui valori espressi in campo.

Ancora una volta, dunque, disco rosso per la compagine del Nord America che ha perso le prime due edizioni (13,5-12.5 a Columbus in Georgia nel 2013 e 14,5-9,5 nel 2015 a Villa d’Este) e pareggiato la terza (12-12 al Creston Golf Club di Creston in Canada) con trofeo al Resto del Mondo essendo detentore.

13 Giugno 2019

NORTH AMERICA

B1’s – CANADA
Gerry Nelson 37.7 Handicap 18 Rounds
Joe Furber 51.1 Handicap 20 Rounds
B1’s- USA
Chad Nessmith 33.8 Handicap 14 Rounds
Mario Tobia 43.8 Handicap 10 Rounds
B2’s -CANADA
Derek Kibblewhite 16.8 Handicap 12 Rounds
Darcy Furber 23.4 Handicap ***5 Rounds /Medical exemption
B2’s -USA
Jeremy Poincenoit 17.4 Handicap 9 Rounds
USA- Ty Thomson 26.6 Handicap 16 rounds
B3’s- CANADA
Kiefer Jones 6 Handicap 16 Rounds
Darren Douma 19.0 Handicap 14 rounds
B3’s- USA
Tommy Marks 12.2 Handicap 9 rounds
Linda Port 20 Handicap 20 rounds

Calendario Eventi

Leggi tutto ..